mercoledì 12 maggio 2010


Berengaria la principessa basca che divenne regina d'Inghilterra.


 

Fu ,indubbiamente un grosso salto ed un grosso cambiamento,quello che portò una sconosciuta principessa basca a divenire regina d'Inghilterra e soprattutto sposa di un mitico re:Riccardo Cuor di Leone.

Berengaria era figlia del re del Portogallo :Sancho detto il saggio.

La sua vita era scorsa nella semplice e povera corte portoghese fino al momento in cui,dovendo trovare moglie al suo amatissimo figlio Riccardo,Eleonora D'Aquitania non pose gli occhi su di lei.

Eleonora aveva studiato a lungo ipotetiche spose per il figlio:il re Enrico Plasntageneto era morto ed urgeva una continuità dinastica per il trono inglese.

Eleonora non voleva ombre al suo indubbio potere sulle questioni politiche,né desiderava splendide ed arroganti principesse che potessero distogliere il re da altri impegni o creare scandalo ad una corte a cui lei aveva già creato sufficiente scandalo.

Berengaria era perfetta per il suo disegno:carina,ma non troppo,intelligente,ma non troppo,semplice ed abituata ad una vita rigorosa e ,soprattutto,qualità irrinunciabile per Eleonora,ubbidiente.

Il re doveva sposarsi e possibilmente,mettere incinta la moglie prima di partire per la III Crociata.

Eleonora conobbe Berengaria in Sicilia,le ordinò di sposare Riccardo e di ridurre le smanie erotiche del figlio e di dargli molti figli:ed Eleonora non era persona a cui dire di no.

Infatti la giovane principessa disse di si ,nonostante avesse molta paura di abbandonare il suo paese ,le sue usanze ed il suo amatissimo padre:in realtà non conosceva neppure il marito del quale aveva visto solo un ritratto.

La storia ci dice che Berengaria si innamorò perdutamente di Riccardo sin dal primo incontro.

Il fascino non era qualità carente nel Cuor di Leone,era quasi una dotazione genetica visti i suoi affascinanti ed immorali genitori.

Non si innamorò affatto di quella insignificante creatura Riccardo,anzi le fu da subito assolutamente idifferente.

In alcune lettera alla famiglia .Berengaria si lamenta che spesso il re non la salutava neppure incontrandola nei corridoi del castello.

Riccardo si interessa alle sue battagli,alle sue Crociate ed alle sue numerose amanti:si vedranno ,nel corso del matrimonio pochissimo e non nasceranno mai i sospirati eredi.

Riccardo muore nel 1199 e Berengaria si trova vedova senza essere mai stata sposata.

L'assenza di figli fa presupporre una non consumazione del matrimonio ed alcune lettere dell'arrabbiatissima Eleonora sembrano confermarlo.

Berengaria vive ,per un po' ad Angers:è quasi povera e re Giovanni le nega brutalmente il suo diritto ereditario.

Ma è proprio la sua mitezza che le salva la vita:non ha mai interferito con le scelte reali,non si è mai occupata delle questioni di stato e il re tollera la sua presenza sul suolo inglese.

Mala questione ereditaria prema invece ad Eleonora che detesta Giovanni da sempre e ,se può ,tenta di destituirlo.

Eleonora si fa alleata di Papa InnocenzoIII ,che,con un bolla papale ordina a Giovanni di versare a Berengaria la somma,notevole,di 4000 sterline in oro.

La vita di Berengaria comincia,con il riconoscimento ereditario,ad essere tutta in ascesa.

Nel 1223 il re di Francia,su probabile pressione della sorella di lei Bianca di Navarra,le dona la Contea del Maine e la fa signora di Le Mans.

Addirittura nel 1229 diviene,dopo la morte di Bianca,reggente di Navarra :terrà con impegno e grande giustizia il regno per conto di suo fratello Sancho IV,che ,in odor di santità,si è ritirato in convento.

Muore,amatissima dal suo popolo,nel dicembre del 1230 ed è sepolta nella magnifica abazia di Epau ,da lei fatta costruire.

Sulla sua tomba recita l'epitaffio:

"Per la sovrana maestà,la bellezza e la bontà e la giovinezza si sono aggiunte le dimensioni del sacrificio"


 

Susanna Franceschi

Riproduzione vietata

Nessun commento:

Posta un commento